Urto

by La Nebbia

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €5 EUR  or more

     

1.
01:55
2.
05:38
3.
4.
5.
07:12
6.
02:00
7.
07:20
8.
01:19

about

Abbiamo registrato questo album a luglio, in sei giorni, in un posto lontano da tutto e da tutti. Ci abbiamo messo dentro sangue (letteralmente) e sudore, e i primi pezzi che abbiamo scritto, ormai un anno fa, pezzi che raccontano di avere diciott’anni e non sapere bene che strada prendere.

Ora che un’altro inverno è tornato molte cose sono cambiate ma quelle che contano davvero sono sempre le stesse: correre insieme verso il domani, senza girarsi a guardare gli alberi che scompaiono, cadere, preoccupandosi solamente del vento che sferza il viso, di tempo per imparare ad atterrare ne avremo senz’altro.

Ed ecco, il senso del titolo è proprio quello, quell’urto inevitabile che ci aspetta, che vediamo là in fondo, ma che ci coglierà un giorno, non oggi, che siamo così distanti.

credits

released December 13, 2016

tags

license

all rights reserved

about

La Nebbia Cuneo, Italy

contact / help

Contact La Nebbia

Streaming and
Download help

Track Name: La Fine
La fine non è il fine, è il mezzo.
Track Name: Deriva
Abbandonare ogni contatto con la terraferma, per essere liberi, liberi davvero, di imboccare ogni direzione possibile.
Track Name: Per Rimanere Indietro
Sono anni che cerco di restare indietro
sono anni che provo a ignorare i secondi e i consigli degli altri
non voglio sentire, non voglio provare a capire
l’unica cosa che voglio è qualcosa da odiare e un motivo per farlo

Ed è primavera, ogni giorno
ma sotto le viole le foglie son morte sono morte da tempo
E ho solo paura che ritorni agosto chiudere gli occhi e le porte per sempre e raggiungere gli altri

Non voglio un futuro, io voglio una pietra e un bastone
e voglio un nemico e uno scontro per restare indietro
E non voglio la fine, io voglio un inizio diverso
l’unica cosa che voglio è qualcosa da odiare e un motivo per farlo

Ed è primavera, ogni giorno
ma sotto le viole le foglie son morte sono morte da tempo
E ho solo paura che ritorni agosto chiudere gli occhi e le porte per sempre e raggiungere gli altri
Track Name: D'Istanti, Bruciamo
E quella volta che ti sei spogliata
dei tuoi vestiti, e di tutte le maschere
eri così lontana dall’idea di perfezione
e proprio per questo così vicina a me
Che mi è bastato allungare una mano
per toccarti davvero
perdermi nei tuoi occhi
dimenticare la pioggia a febbraio

Come binari che si spezzano, e seppur nella catastrofe
finalmente si toccano
Non è più mia la mano che stringe il coltello
non è più mio il sangue che arrossa la terra
non son più miei gli occhi che cercano il fondo
Che sappiamo di spegnerci, ma almeno, intanto
Bruciamo

Così vicini
Così lontani da voi
Track Name: Risposta
Gli anni del guardare avanti ad occhi chiusi
I tuoi disegni resteranno lì
a nascondere i muri
a nascondere le crepe nei loro piani perfetti

E i tuoi capelli
son le uniche corde che non cerco di sciogliere
Non mi lamento se mi stringono forte
non mi lamento se mi inchiodano qui
Track Name: Zenit
Guarderemo dall’alto
le nubi che hanno fatto ombra
alle infinite curve della nostra vita
Ma intanto corriamo
scintillanti di inconsapevolezza
nei tratti più assolati della strada
fermandoci solo per riprendere fiato
e mai per guardare gli alberi allontanarsi
fino a scomparire in quelle zone
che preferiamo considerare morte

Raggianti di infelicità, ardenti nelle nostre instabili convinzioni
ci spegneremo come il chiarore del giorno, prima lentamente
poi d’improvviso, un momento prima della fine
vivremo il nostro attimo più bello
e, senza neanche rendercene conto
sarà già notte
Track Name: Ogni Inverno
Ancora, sdraiati sul limite degli anni migliori
saremo diversi, non ora
saremo più grandi
Avremo trent’anni, una vita normale, troppi rimpianti
Ma un giorno, non oggi, che siamo distanti

Di nuovo, sospesi nel nulla degli anni passati
saremo diversi, lo giuro
ma avremo già perso
Nulla ha più senso e nulla lo ha ancora, finché non ti arrendi
Ma un giorno, non oggi, che siamo distanti

Ancora, per sempre, sommersi dal vuoto che avete negli occhi
dal nulla che avete nel cuore
Per sempre distanti dal buio e dal sole
Come la luce alle mosche, più brilla, più è forte, più uccide
Sui nostri occhi al tramonto, lontani dal mondo che esplode

Ed ogni inverno è un po’ più freddo
ed ogni passo, un po’ più lontano da noi
ed ogni sguardo, un po’ più vero
ogni sentiero è un po’ più verso di voi

Andremo avanti se voi sarete fermi
non vi raggiungeremo mai
Non saremo più qui, tra non molti inverni
ma ricordatevi di noi

Ma ricordatevi di noi
Track Name: L'Inizio
E andremo avanti, perchè noi non sappiamo come si fa, a fermarsi.